Premi

cittascienzasmart

Città della Scienza: secondo premio al nostro Istituto

Agli “Smart Education & Technology days – 3 giorni per la scuola”, la convention organizzata da Fondazione Idis-Città della Scienza e patrocinata dal MIUR, la proposta intitolata “Digitalizzare un esperimento: la bioplastica” realizzato dagli studenti delle classi 3^C, 3^E e 3^H è stata premiata con il secondo posto nella sezione dedicata alle realizzazioni degli studenti “PicNic della Scienza”.

Unica scuola Secondaria di I° Grado ad essere entrata nella terna individuata dagli esperti di didattica della Fondazione IDIS (insieme agli Istituti Superiori “Medi” di Napoli e “Focaccia” di Salerno) tra le proposte selezionate per presentare i propri lavori durante l’evento, il nostro Istituto ha ricevuto il premio, un iPad Air messo a disposizione dai partner dell’evento Cometa S.p.a e R-Store, nella sala Averroè di Città della Scienza nell’evento conclusivo della manifestazione il pomeriggio del 21 ottobre, dopo una mattinata durante la quale tutti i progetti coinvolti sono stati presentati dagli stessi studenti in un’area espositiva apposita.

 

Inserito all’interno del più vasto progetto del “Made in Italy” del MIUR, l’esperimento ha coinvolto i ragazzi su molteplici piani: dalla preparazione e realizzazione di un esperimento collegato all’ecosostenibilità, alla sua promozione a vasto raggio attraverso l’utilizzo delle TIC, fino alla realizzazione di una serie di servizi ed applicazioni di promozione di prodotti ed esperienze in grado di produrre, in tempo reale, informazione, condivisione e conoscenze.

Gli studenti coinvolti hanno relazionato con competenza e disinvoltura davanti a studenti e docenti di altri Istituti, fornito informazioni sui dati tecnico-scientifici dell’esperimento e sulle modalità e programmi utilizzati per la sua digitalizzazione, rapportandosi ad un’esperienza nuova come quella dell’evento espositivo con entusiasmo e bravura, confermando una eccellente padronanza delle competenze chiave di cittadinanza individuate dall’Unione Europea, da quella scientifica a quella digitale, fino alla comunicazione ed allo spirito di imprenditorialità nel proporre un prodotto complesso.

Grande interesse ha infatti suscitato, anche tra i ragazzi e i docenti degli altri Istituti che hanno assistito alla performance dei giovani della “De Filis”, il trasferimento immediato di un’esperienza appena vissuta, come un esperimento scientifico, al web e la sua condivisione possibile attraverso il sito internet con una pagina dedicata e una app per smartphone, a testimonianza di quella continuità logica e formativa tra più discipline che unita all’immediata possibilità di fruizione delle informazioni con ogni tipologia di device rappresenta uno dei maggiori contributi che le TIC possono dare al mondo dell’Istruzione.

per il sito internet dell’evento cliccare qui

Share